0 voti
179 visite
da

Buongiorno a tutti,ho dato mandato a un legale per una causa di lavoro.Ho saldato come richiestomi la parcella,più un extra di mia spontanea iniziativa di circa € 1500.Adesso dopo 5 anni è arrivata la sentenza e a fronte di un importo di circa €80.000 il giudice mi ha riconosciuto l'importo di €300 (trecento euro)..............lasciando perdere il giudizio di quest'esperienza FANTOZZIANA,adesso il mio legale mi gira una richiesta del pagamento della parcella dell'avvocato domiciliatario di circa € 1000 a lui inviata da parte di un terzo legale.Il mio legale mi sottolinea per inciso " TU DEVI PAGARLO ".Da una rapida ricerca su internet e altro ho potuto riscontrare che la parcella del legale domiciliatario è dovuta dal legale che ha ricevuto il mandato e non dal cliente. Preciso che nel mandato io ho dato incarico al mio legale e pagato quanto richiesto e non si fà riferimento a nessuna spesa extra a mio carico per altre voci ,come ad esempio spese per il legale domiciliatario.Gradirei sapere se è vero quanto sostiene il mio legale o diversamente quanto riportato dalle ricerche in rete.Grazie mille a chi mi darà una risposta.

1 Risposta

0 voti
da
L'avvocato domiciliatario ha diritto ad essere pagato. Chi deve pagarlo? Sicuramente chi ha conferito lui l'incarico. Se tu non hai mai conferito alcun incarico a quel professionista lo ha fatto il "tuo" avvocato che aveva necessità, anche nel tuo interesse, di domiciliarsi presso un collega appartenente al foro dove si svolgeva il giudizio. Se il domiciliatario non venisse pagato, questo avrebbe possibilità di chiedere il compenso solo a chi gli ha conferito l'incarico, quindi al "tuo" avvocato (questo il senso delle pronunce che hai trovato cercando in rete).

Ma attenzione, questo non significa necessariamente che tu non debba pagare la domiciliazione: significa soltanto che il domiciliatario potrà rivolgere la sua richiesta di pagamento solo al tuo avvocato perché solo costui gli ha affidato l'incarico. Ma il tuo avvocato, dopo aver pagato il domiciliatario, può poi chiedere a te il compenso ed il rimborso delle spese di domiciliazione se non avevate contrattualizzato preventivamente il compenso in modo preciso nel senso da te ipotizzato (escludendo cioè spese di domiciliazione).

Quindi è normale che per evitare un passaggio, il tuo avvocato ti abbia chiesto di pagare direttamente il domiciliatario.

Questo è un ragionamento di massima, nel caso specifico occorrerebbe vedere contratto d'incarico al tuo avvocato, preventivo, procura alle liti, liquidazione giudiziale, dettaglio parcella pagata, dettaglio parcella domiciliatario ecc. ecc.
Benvenuto su dpForum, la nuova piazza di Diritto Pratico dove porre i tuoi quesiti e ricevere risposte da altri membri della community in modo completamente anonimo, senza necessità di registrazione, senza banner pubblicitari! Fare rete si può ed aiuta a lavorare meglio!
🍪
dpForum utilizza esclusivamente cookies c.d. "tecnici" (indispensabili al funzionamento del sito) per i quali non è necessaria l'acquisizione del consenso al loro utilizzo. Tali cookies non hanno lo scopo di tracciare l'utente nelle sue azioni con finalità di profilazione, marketing o statistica. Per questa ragione non vedi fastidiosi POP-UP che ti richiedono di fornire il consenso al loro salvataggio!
giurisprudenza civile apps! avvocati fatturaPA-PRofessionisti fpa workbench note di udienza
...