0 voti
413 visite
da
Ciao, ho una domanda che mi tormenta un po' da qualche giorno.

Mi sono accorta, a un anno dalla laurea, di aver mancato alcune citazioni nella bibliografia (nello specifico, 3 fonti), o meglio, sono convinta che il programma che ho utilizzato per la bibliografia non me le abbia sincronizzate, dal momento che nel word non definitivo sono presenti. Mi chiedo se potrebbe essere un problema.

La mia era una tesi triennale, compilativa, peraltro nemmeno consultabile online, dal momento che nella mia università le tesi triennali non possono essere rese consultabili.

Mi scuso se la domanda può sembrare stupida, e ringrazio chi mi risponderà.

Saluti!

2 Risposte

+1 voto
da
Se la tesi non è pubblicata online che potrebbe accorgersi della cosa? Ma poi si tratta di citazioni hai detto. Perchè possa configurarsi plagio dovresti aver fatto copia e incolla a mani basse. Se si capisce che si tratta di citazioni, anche se non riportate le fonti, non hai nulla da temere.
da
Ma appunto, si tratta di frasi che non ho erroneamente attribuito perché manca la fonte
Mi chiedevo se potesse essere un problema
0 voti
da
Il plagio si verifica quando qualcuno copia o utilizza parti del lavoro creativo di qualcun altro senza autorizzazione o senza citare correttamente la fonte. Nel contesto accademico, questo potrebbe significare l’utilizzo di citazioni senza citare correttamente la fonte, copiare frasi o interi paragrafi dal lavoro di un altro o utilizzare idee o concetti di qualcun altro senza diritti d’autore o citazione.

Nell'ambito delle tesi di laurea, il plagio è reato e può portare a conseguenze serie come la revoca della laurea stessa.  Vedi l'art. 1, L. 475/1925.
da
È quello che ho letto anche io online, e vorrei capire se può essere un problema adesso
Ho segnalato la cosa al mio Relatore, mi è stato risposto di non preoccuparmi, ma volevo sentire altri pareri
da
+1
Non creiamo allarmismi ingiustificati. L'art. 1 della Legge 475/1925 recita testualmente: "Chiunque in esami o concorsi, prescritti o richiesti da autorita' o pubbliche Amministrazioni per il conferimento di lauree o di ogni altro grado o titolo scolastico o accademico, per l'abilitazione all'insegnamento od all'esercizio di una professione, per il rilascio di diplomi o patenti, presenta, come propri, dissertazioni, studi, pubblicazioni, progetti tecnici e, in genere, lavori che siano opera di altri, e' punito con la reclusione da tre mesi ad un anno. La pena della reclusione non puo' essere inferiore a sei mesi qualora l'intento sia conseguito." Non mi pare sia la stessa cosa. Nella norma richiamata si parla di "lavori che siano opera di altri", non certo semplici citazioni!
da
Manca l'elemento psicologico del dolo. la fattispecie astratta non è punita a titolo di colpa.
Stia serena
Benvenuto su dpForum, la nuova piazza di Diritto Pratico dove porre i tuoi quesiti e ricevere risposte da altri membri della community in modo completamente anonimo, senza necessità di registrazione, senza banner pubblicitari! Fare rete si può ed aiuta a lavorare meglio!
🍪
dpForum utilizza esclusivamente cookies c.d. "tecnici" (indispensabili al funzionamento del sito) per i quali non è necessaria l'acquisizione del consenso al loro utilizzo. Tali cookies non hanno lo scopo di tracciare l'utente nelle sue azioni con finalità di profilazione, marketing o statistica. Per questa ragione non vedi fastidiosi POP-UP che ti richiedono di fornire il consenso al loro salvataggio!
giurisprudenza civile apps! avvocati fatturaPA-PRofessionisti fpa workbench note di udienza
...