0 voti
80 visite
da
Buongiorno,
La mia domanda sarà un po' caotica. Sto tentando di venire a capo di una situazione che va avanti da ormai quasi due anni. Sono giunto nel mio appartamento nel 2021. L'amministrazione è stata assente per due anni. Infine una nuova amministrazione ha preso in mano il condominio nel 2023 inviando a tutti una megabollettona che teneva in conto dei due anni. Ho provveduto a pagare i due anni passati nonostante mi apparisse troppo elevata (sull'ordine dei 6000 euro). Quest'anno non ho utilizzato il riscaldamento aspettandomi che il prezzo del condominio sarebbe sceso, però l'amministrazione si è basata sui consumi del periodo precedente per calcolare le spese di questo anno. Nel frattempo le rate mensili che il condominio mi propone sono sull'ordine dei 1000 euro al mese (considerando che l'affitto che pago è di 500 euro per quello che è un monolocale in un paesino stupido del nord). Avendo già versato 6000 euro sto tergiversando per le rate di questo anno, ma l'amministrazione spinge in modo aggressivo, sgarbato e prepotente. Io uscirò da questo condominio a settembre e vorrei che l'amministrazione mi fornisse una spesa effettiva e non stimata. È un mio diritto pagare quello consumo o devo pagare le stime? Forse sono io che vivo nel paese dei balocchi? È impossibile che il condominio sia così alto anche quest'anno... sono io ad avere le traveggole? Le rate di un condominio possono essere così elevate (non c'è nulla di speciale)? Come farà l'amministrazione a restituirmi i soldi qualora io pagassi anche questi mesi del 2024 (visto che è impossibile che la stima sia effettiva rispetto ai consumi)? Mi chiedo se sia il caso per me di richiedere un'ispezione anche attorno ai consumi o di prendere qualche tipo di provvedimento oppure arrendermi e pagare e lasciarmi alle spalle questa situazione rimanendo per sempre col dubbio: ma io cosa caspita ho pagato di così elevato? Vi prego di fare un po' di luce in una situzione che mi sta logorando.

1 Risposta

0 voti
da
In generale le spese condominiali dovrebbero essere basate sui consumi effettivi e sui costi realmente sostenuti dal condominio, ma a volte vengono fatte delle stime, specialmente se i consumi effettivi non sono ancora disponibili. È comunque tuo diritto chiedere all'amministratore di fornirti un rendiconto preciso alla fine dell'anno, dove dovrebbero essere riportate eventuali differenze tra le stime e i consumi reali, con conguagli a tuo favore o sfavore.

Se pensi che le spese siano esagerate o ingiustificate, puoi chiedere una verifica dettagliata. Invia una lettera raccomandata all'amministratore del condominio chiedendo spiegazioni e giustificazioni delle spese. Verifica anche che i contatori individuali siano stati letti correttamente, soprattutto se non hai utilizzato il riscaldamento ma ti vengono addebitate spese elevate.

Quando lascerai il condominio a settembre, l'amministratore dovrebbe fornirti un rendiconto finale delle spese, comprensivo dei conguagli necessari. Assicurati di avere una chiara rendicontazione prima di dover lasciare l'appartamento. Se la situazione non si risolve, potrebbe essere utile rivolgerti ad un avvocato.
Benvenuto su dpForum, la nuova piazza di Diritto Pratico dove porre i tuoi quesiti e ricevere risposte da altri membri della community in modo completamente anonimo, senza necessità di registrazione, senza banner pubblicitari! Fare rete si può ed aiuta a lavorare meglio!
🍪
dpForum utilizza esclusivamente cookies c.d. "tecnici" (indispensabili al funzionamento del sito) per i quali non è necessaria l'acquisizione del consenso al loro utilizzo. Tali cookies non hanno lo scopo di tracciare l'utente nelle sue azioni con finalità di profilazione, marketing o statistica. Per questa ragione non vedi fastidiosi POP-UP che ti richiedono di fornire il consenso al loro salvataggio!
giurisprudenza civile apps! avvocati fatturaPA-PRofessionisti fpa workbench note di udienza
...