+1 voto
186 visite
in Civile da

Il termine di 68 giorni per presentare la domanda di Naspi decorre dal ricevimento della lettera di licenziamento oppure decorre dal termine “retroattivo” di cui all’art. 1, comma 41, della Legge n. 92/2012, che stabilisce che l’efficacia del licenziamento retroagisce al momento della contestazione degli addebiti?Esiste una qualche pronuncia giurisprudenziale in merito?

L’inps ha rigettato la domanda di Naspi perché tardiva ma nel caso di specie il licenziamento e’ stato comminato a distanza di 3 mesi dalla contestazione degli addebiti, quindi il lavoratore non avrebbe comunque potuto presentare la domanda entro 68 giorni dalla contestazione perché a quella data lo stesso non si trovava in stato di “disoccupazione”, requisito essenziale per la Naspi. 

1 Risposta

0 voti
da
Il termine decorre dalla data di risoluzione del rapporto e non dalla contestazione degli addebiti. Ha errato l’inps
da
E’ quello che sostengo io in sede di ricorso ma non ho trovato giurisprudenza in merito
Benvenuto su dpForum, la nuova piazza di Diritto Pratico dove porre i tuoi quesiti e ricevere risposte da altri membri della community in modo completamente anonimo, senza necessità di registrazione, senza banner pubblicitari! Fare rete si può ed aiuta a lavorare meglio!
🍪
dpForum utilizza esclusivamente cookies c.d. "tecnici" (indispensabili al funzionamento del sito) per i quali non è necessaria l'acquisizione del consenso al loro utilizzo. Tali cookies non hanno lo scopo di tracciare l'utente nelle sue azioni con finalità di profilazione, marketing o statistica. Per questa ragione non vedi fastidiosi POP-UP che ti richiedono di fornire il consenso al loro salvataggio!
giurisprudenza civile apps! avvocati fatturaPA-PRofessionisti fpa workbench note di udienza
...