0 voti
181 visite
da

Nel corso di un procedimento esecutiva, a seguito di opposizione agli atti esecutivi, il G.E. rigettava la stessa concedendo termini per la riassunzione nel merito, senza sospendere la procedura esecutiva, e pronunciando testualmente:"spese di questa fase al definitivo".

Non essendo stato introdotto il giudizio di merito nel termine stabilito, alla successiva udienza il G.E. dichiarava definitivo il rigetto dell'opposizione e condannava controparte alle spese della fase sommaria.

Controparte contesta la liquidazione sostenendo che il G.E. avrebbe dovuto provvedere in sede di rigetto, dovendosi a suo dire applicare l'art. 624 c.p.c.

Non essendoci stata sospensione del giudizio esecutivo il G.E. ha, invece, proceduto correttamente?

Sai rispondere? Dai il tuo contributo!

N.B.: non inserire informazioni personali o contenuti inappropriati che verrebbero prontamente rimossi.
Il nome che vuoi visualizzare (opzionale):
Il tuo indirizzo email sarà utilizzato esclusivamente per notificarti gli avvisi generati automaticamente dalla piattaforma. Non sarà condiviso con nessuno e men che mai ceduto a terzi!
Benvenuto su dpForum, la nuova piazza di Diritto Pratico dove porre i tuoi quesiti e ricevere risposte da altri membri della community senza necessità di registrarsi o di dire chi sei!
🍪
dpForum utilizza esclusivamente cookies c.d. "tecnici" (indispensabili al funzionamento del sito) per i quali non è necessaria l'acquisizione del consenso al loro utilizzo. Tali cookies non hanno lo scopo di tracciare l'utente nelle sue azioni con finalità di profilazione, marketing o statistica. Per questa ragione non vedi fastidiosi POP-UP che ti richiedono di fornire il consenso al loro salvataggio!
giurisprudenza civile apps! avvocati fatturaPA-PRofessionisti fpa workbench note di udienza
...