Directory dei Professionisti Italiani sul Web
diritto pratico
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Hai un sito o gestisci una pagina o un gruppo Facebook/Google+ legato al mondo del diritto? Oppure non sei ancora sul "web" e non ti dispiacerebbe essere in qualche modo "visibile su internet"?

Hai un sito o gestisci una pagina o un gruppo Facebook/Google+ legato al mondo del diritto? Oppure non sei ancora sul "web" e non ti dispiacerebbe essere in qualche modo "visibile su internet"? 4 Anni 7 Mesi fa #94

  • Diritto Pratico
  • Avatar di Diritto Pratico
  • OFFLINE
  • Moderatore
  • Messaggi: 75
  • Ringraziamenti ricevuti 2
  • Karma: 0

Diritto Pratico, il portale del diritto in praticaDiritto Pratico è un portale giuridico “aperto”, senza troppe pretese, concepito per facilitare l’incontro professionale, promuovere rapporti di partnership e collaborazioni occasionali.

Se hai un sito o un blog, se sei il gestore di una pagina o un gruppo Facebook, una pagina o una community Google+, Diritto Pratico può aiutarti a promuoverli gratuitamente e senza troppa fatica.

Se al contrario non sei ancora "online", non ti interessa un vero e proprio sito ma non vuoi (e non devi!) rinunciare ad una certa visibilità, Diritto Pratico può fare al caso tuo...

Leggi tutto...

Hai un sito o gestisci una pagina o un gruppo Facebook/Google+ legato al mondo del diritto? Oppure non sei ancora sul "web" e non ti dispiacerebbe essere in qualche modo "visibile su internet"? 2 Anni 4 Mesi fa #2381

  • avv. girardi
  • Avatar di avv. girardi
Caro Angelini,
mi spiace aver visionato il tuo quesito soltanto oggi, a distanza di mesi dal momento della pubblicazione.
Spero in ogni caso che quanto sto per scriverti possa esserti di aiuto.
In linea generale, posso dirti che quanto ti ha riferito il collega è corretto. Innanzitutto, la revisione, è uno specifico strumento che può essere esperito avverso sentenze di condanna passate in giudicato soltanto a condizione che ricorrano specifici requisiti, uno dei quali è la sopravvenienza di prove di innocenza del soggetto condannato. Sulla base di ciò, verosimilmente, qualora venga ravvisato il vero autore del reato e si proceda per reati procedibili d'ufficio, egli può essere oggetto di denuncia per il fatto da lui realizzato, ingiustamente addebitato al soggetto che va a chiedere la revisione.
Tuttavia, fondamentale è il secondo aspetto da te anticipato, che riguarda la decorrenza del termine di prescrizione del reato. Ora, tu non hai specificato quale sia il reato in questione, ragion per cui non posso con certezza sapere il preciso termine di prescrizione del tuo caso. La regola generale è riportata nell'art. 157 c.p., ai sensi del quale "La prescrizione estingue il reato decorso il tempo corrispondente al massimo della pena edittale stabilita dalla legge e comunque un tempo non inferiore a sei anni se si tratta di delitto e a quattro anni se si tratta di contravvenzione, ancorché puniti con la sola pena pecuniaria". In altre parole, se sei indagato/imputato per omicidio aggravato(ad esempio), punito con pena edittale massima di anni 30, il termine di prescrizione sarà ugualmente pari ad anni 30. Se invece sei indagato/imputato di furto semplice, punito ai sensi del 624 cp con pena edittale massima di tre anni, il termine di prescrizione sarà comunque di sei anni, il minimo previsto dall'art. 157 cp. Ciò ad esclusione dei fatti interruttivi, che consentono una protrazione dell'ordinario termine di prescrizione, entro limiti ben precisi (non oltre un quarto del tempo necessario a prescrivere).
Il termine di prescrizione civile, come hai erroneamente sottolineato tu nella tua richiesta, in questi casi non c'entra nulla, riguardando esclusivamente altri casi ed istituti. Anche per quanto attiene al momento di avvio della prescrizione ti sei sbagliato, poichè, in materia penale, il termine decorre dal momento di consumazione del reato (ovviamente nell'ipotesi di reato consumato, fermo restando le altre ipotesi differenti).
In ogni caso, posso supporre (data la lunghezza ed il tempismo dei processi penali e, con ottimismo, sperando che tu non abbia commesso un reato grave) che il termine prescrizionale sia già decorso, ma ovviamente, in assenza di dettagli, si tratta solo di una supposizione.
Per qualunque altra informazione, sono raggiungibile all'indirizzo email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sperando di esser stata sufficientemente di aiuto,
avv. Michela V. Girardi

Hai un sito o gestisci una pagina o un gruppo Facebook/Google+ legato al mondo del diritto? Oppure non sei ancora sul "web" e non ti dispiacerebbe essere in qualche modo "visibile su internet"? 1 Anno 8 Mesi fa #2728

  • GIUSEPPE
  • Avatar di GIUSEPPE
SALVE, GIUSEPPE DIVORZIATO, VERSO 300 EURO PER OGNUNO A MIA FIGLIA E MIO FIGLIO.
MIA FIGLIA E' TITOLARE DI UN CENTO ESTETICO DA 4 ANNI,NON SO QUANTO GUADAGNI.
MIO FIGLIO LAVORA DA DIVERSO TEMPO SI COMPRATA LA MACCHIA ANCHE PER LUI NON SO QUANTO GUADAGNA E SE LA SUA ASSUNZIONE E' A TEMPO INDETERMINATO.

COME FACCIO PER AVERE INFORMAZIONI CIRCA LA LORO POSIZIONE?

SALUTI GIUSEPPE
Tempo creazione pagina: 0.104 secondi
Powered by Forum Kunena