Directory dei Professionisti Italiani sul Web
diritto pratico
feed-image Il Blog "aperto" scritto dai suoi lettori...

Il Processo Contabile Telematico – di avv Maurizio Reale

Pubblicato Domenica, 08 Ottobre 2017 da Diritto Pratico    Categoria: Processo telematico    Visite: 841
Voti ricevuti:  / 1

Il 7 ottobre 2016 è entrato in vigore il Codice di giustizia contabile (decreto legislativo 26 agosto 2016, n. 174) che detta le regole processuali dei giudizi di responsabilità erariale, di conto e di quelli sanzionatori e pensionistici innanzi alla Corte dei Conti.

L’articolo 6 del citato decreto (digitalizzazione degli atti e informatizzazione delle attività), prevede che, nella giustizia contabile, ove non sia disposto diversamente, si applicano le regole e le specifiche tecniche del processo civile telematico ma dispone, altresì, che...

Continua a leggere sul sito del CSPT Il Processo Contabile Telematico – di avv Maurizio Reale

Leggi tutto e commenta...

Il Processo Contabile Telematico – di avv Maurizio Reale - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Il nuovo regolamento privacy europeo

Pubblicato Domenica, 08 Ottobre 2017 da Diritto Pratico    Categoria: Processo telematico    Visite: 747
Voti ricevuti:  / 0

A cura del socio avv. Francesco Minazzi

Abstract: Il 4 maggio 2016 è stato pubblicato in Gazzetta il Regolamento dell’Unione Europea n. 679, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati. Il Regolamento mira a garantire un quadro uniforme a livello europeo, in ordine alla gestione della privacy.

Le novità rilevanti sono molte, e questo e-book le tratta in modo chiaro ed esaustivo: un compendio essenziale per tutti gli interessati al tema della privacy e alla gestione dei dati personali.

Continua a leggere sul sito del CSPT Il nuovo regolamento privacy europeo

Leggi tutto e commenta...

Tecnologia e Diritto

Pubblicato Venerdì, 06 Ottobre 2017 da Diritto Pratico    Categoria: Processo telematico    Visite: 587
Voti ricevuti:  / 0

A Cura Di: Pierluigi Perri, Giovanni Ziccardi.

I soci Maurizio Reale, Nicola Gargano, Francesco Micozzi hanno contribuito alla stesura del volume.

Abstract: Gli strumenti informatici e telematici, che nei primi anni di questo secolo rappresentavano per il giurista un oggetto volto a sostituire le tradizionali macchine da scrivere o le comunicazioni mediante posta ordinaria, sono diventati in un brevissimo lasso di tempo anche soggetto delle professioni giuridiche, ponendo sempre più interrogativi e problemi che il futuro operatore del diritto deve conoscere e risolvere. Il volume, utile ausilio per studenti e professionisti, tiene conto di queste due differenti anime delle abilità informatiche: quella più documentale e di supporto nell’attività quotidiana ma anche quella più strettamente giuridica con i temi e i problemi oggi in discussione nelle Corti di giustizia nazionali e internazionali.

Continua a leggere sul sito del CSPT Tecnologia e Diritto

Leggi tutto e commenta...

Interruzione dei servizi informatici del settore civile per l’installazione di modifiche evolutive migliorative e correttive – Settembre 2017

Pubblicato Martedì, 12 Settembre 2017 da Diritto Pratico    Categoria: News    Visite: 619
Voti ricevuti:  / 0

12/09/17

Il Portale dei Servizi Telematici comunica che, al fine di consentire l’installazione di modifiche evolutive sui sistemi del civile, così come anticipato con la news del 31 agosto 2017, si procederà alla interruzione degli stessi con le seguenti modalità temporali:

per gli uffici del distretto della Corte d’Appello di Milano e del distretto della Corte d’Appello di Napoli, dalle ore 14:00 del giorno 15 settembre e sino, presumibilmente, alle ore 08:00 del giorno 18 settembre c.a.; per tutti gli altri uffici giudiziari compreso la Corte di Cassazione e i Giudici di Pace e il Portale dei Servizi Telematici dalle ore 14:00 del giorno 29 settembre e sino, presumibilmente, alle ore 08:00 del giorno 2 ottobre c.a.

Si precisa che, durante l’esecuzione delle attività di manutenzione, rimarranno attivi i servizi di posta elettronica certificata e sarà, quindi, possibile il deposito telematico da parte degli avvocati, dei professionisti e degli altri soggetti abilitati esterni anche se i messaggi relativi agli esiti dei controlli automatici potrebbero pervenire solo al riavvio definitivo dei singoli distretti. Durante le summenzionate interruzioni programmate non sarà pertanto possibile consultare i fascicoli degli uffici dei distretti coinvolti dal fermo dei sistemi.

Si avvisa che, durante il periodo di sospensione dei sistemi, non sono disponibili i registri di cancelleria, procedere alle consultazioni e scaricare i fascicoli da parte di tutti gli utenti interni (magistrati e personale di cancelleria).

Si rammenta che l’attività di manutenzione del Portale dei Servizi Telematici renderà indisponibili tutti i servizi informatici del settore civile ed, in particolare:

l’aggiornamento (anche da fuori ufficio) della consolle del magistrato; Il deposito telematico di atti e provvedimenti da parte dei magistrati; tutte le funzionalità del portale dei servizi telematici; tutte le funzioni di consultazione da parte dei soggetti abilitati esterni; i pagamenti telematici.

Non subiranno interruzioni le funzionalità di deposito telematico degli atti di parte.

Leggi l'articolo originale Interruzione dei servizi informatici del settore civile per l’installazione di modifiche evolutive migliorative e correttive – Settembre 2017

Leggi tutto e commenta...

Licenziare via Whatsapp che cosa permettono le nuove norme europee – di Giuseppe Vitrani e Roberto Arcella

Pubblicato Venerdì, 01 Settembre 2017 da Diritto Pratico    Categoria: Processo telematico    Visite: 755
Voti ricevuti:  / 0

Con il nuovo assetto normativo interno ed europeo la PEC non è più l’unico strumento utilizzabile per l’invio di “messaggistica certificata”, sicché occorre domandarsi se anche un servizio come Whatsapp (o altri similari) possa assurgere al ruolo di servizio elettronico certificato.

Nell’ultimo periodo si è acceso un vivo dibattito intorno ad un’ordinanza del Tribunale di Catania, sezione lavoro, emessa ai sensi dell’art. 1, comma 47 e ss., legge 28 giugno 2012, n. 92, con la quale si è giudicato legittimo il recesso da un rapporto di lavoro intimato a mezzo “Whatsapp”.

Continua a leggere sul sito del CSPT Licenziare via Whatsapp che cosa permettono le nuove norme europee – di Giuseppe Vitrani e Roberto Arcella

Leggi tutto e commenta...


Sostieni SLpct!

un piccolo contributo per un grande redattore

Quanto vuoi donare?

All'obbligatorietà della fatturazione elettronica B2B mancano ancora... 165 giorni

Ultimi articoli creati dagli utenti:

I 5 articoli più letti:

Argomenti caldi sul Forum...