Directory dei Professionisti Italiani sul Web
diritto pratico
feed-image Il Blog "aperto" scritto dai suoi lettori...

Sperimentazione rilascio certificato 335 cpp tramite sistema Pss - aggiornamento documentazione

Pubblicato Lunedì, 08 Gennaio 2018 da Diritto Pratico    Categoria: News    Visite: 23
Voti ricevuti:  / 0

Con riferimento alla news del 29 dicembre 2017, nella sezione Documenti del portale sono disponibili al seguente link i wsdl e gli xsd relativi ai web services da invocare per il Portale P@ss.

Il gruppo di lavoro progetto P@ss

 

 

Leggi l'articolo originale Sperimentazione rilascio certificato 335 cpp tramite sistema Pss - aggiornamento documentazione

Leggi tutto e commenta...

Con la previdenza complementare in pensione 10 anni prima: come funziona la Rita

Pubblicato Lunedì, 08 Gennaio 2018 da Alessandra de angelis    Categoria: openBlog    Visite: 1117
Voti ricevuti:  / 1

La Rita, acronimo per Rendita Integrativa Temporanea Anticipata è uno strumento di previdenza complementare a disposizione (in misura strutturale dal 2018) per chi ha smesso di lavorare ma, per cinque anni o meno, non possiede ancora i requisiti anagrafici o contributivi per andare in pensione di vecchiaia (purché si abbiano comunque almeno venti anni di versamenti alle spalle).

Leggi tutto e commenta...

Con la previdenza complementare in pensione 10 anni prima: come funziona la Rita - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Sperimentazione rilascio certificato 335 cpp tramite sistema Pss

Pubblicato Venerdì, 29 Dicembre 2017 da Diritto Pratico    Categoria: News    Visite: 1041
Voti ricevuti:  / 1

Nell’ambito di un più ampio sviluppo che consentirà la richiesta ed il rilascio dei certificati - sia in materia penale sia in materia civile - tramite PST, è in corso di attivazione un nuovo servizio telematico, ad uso esclusivo dei Punti di Accesso (PdA), inizialmente solo per il rilascio del certificato previsto dall’art. 335 c.p.p.. Il difensore riceverà una comunicazione al proprio indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) censito sul Reginde con le indicazioni per scaricare, previa autenticazione forte, il certificato richiesto. Questa Direzione Generale ha predisposto un ambiente di test sul quale i PdA potranno effettuare dal 2 gennaio 2018 al 9 gennaio 2018 le prove necessarie ad implementare le funzionalità per la richiesta dei certificati. La documentazione necessaria alla realizzazione del servizio potrà essere scaricata al seguente link. I servizi di P@ss sono invocabili alla seguente url: https://pda.processotelematicotest.giustizia.it/PASSNAZM/PassRichiestePDA con le consuete modalità previste per l’accesso ai proxy PDA di test. Per l’esecuzione di test, occorrerà indicare soggetti censiti sul Reginde di test. Eventuali richieste di chiarimento potranno essere inoltrate via mail, dai soli PdA, all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. specificando nell’oggetto che la richiesta si riferisce alla sperimentazione del servizio PASS. Sul Portale dei Servizi Telematici sarà comunicata la data di avvio in esercizio del servizio e gli uffici presso i quali sarà inizialmente attivo. Il gruppo di lavoro progetto P@ss

Leggi l'articolo originale Sperimentazione rilascio certificato 335 cpp tramite sistema Pss

Leggi tutto e commenta...

Sperimentazione rilascio certificato 335 cpp tramite sistema Pss - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Consulenza legale specializzata: come scegliere l’avvocato in base alla materia del caso

Pubblicato Venerdì, 22 Dicembre 2017 da Alessandra de angelis    Categoria: Professione avvocato    Visite: 868
Voti ricevuti:  / 0

Perché è tanto importante ottenere una consulenza legale specializzata sul proprio caso? Chiamereste mai un otorino per un problema di vista? O un ginecologo per un malfunzionamento del sistema digerente? E allora perché si dovrebbe incaricare un avvocato divorzista per la consulenza legale relativa ad un ricorso contro una multa o un avvocato penalista per una vertenza contro il datore di lavoro accusato di licenziamento illegittimo?

Consulenza legale specializzata: perché la competenza conta più del passaparola

Il diritto è una materia molto ampia ed eterogenea che include quattro grandi macro aree: Civile, Penale, Amministrativo e Tributario. Queste corrispondono ad altrettante specializzazioni legali. Non solo: all’interno di ognuna di questa grandi categorie, troviamo sottogruppi che possono individuare specifiche competenze (ad esempio esistono studi legali divorzisti). L’ampiezza di ogni categoria del diritto e l’evolversi continuo delle norme richiedono agli avvocati specializzati nella rispettiva area di competenza, un continuo sforzo di aggiornamento. Inoltre è chiaro che, statisticamente, uno studio legale matrimonialista avrà trattato molte cause di separazione e divorzio. Fatta questa premessa appare decisamente più chiaro e intuitivo il motivo per cui, nella scelta dell’avvocato giusto, la specializzazione conta più del passaparola di amici o parenti. Ovviamente è un fattore che va combinato insieme ad altri: posizione dello studio legale, preventivo per la consulenza legale specializzata, empatia con il professionista etc. Ma di certo è un aspetto di prioritaria importanza che non va trascurato. Del resto anche per la questione empatia è preferibile scegliere l’avvocato in modo personale e non limitarsi al nominativo che viene suggerito. Poter contare su uno studio legale vicino casa è infine un vantaggio pratico soprattutto per processi che si preannunciano lunghi. Ma anche qui bisogna bilanciare le priorità: se l’avvocato più vicino è un penalista e voi dovete affrontare una causa contro la PA ha senso non mettere in preventivo qualche km in più nella ricerca?

Chiudiamo con una riflessione sulle spese. Quanto costa la consulenza legale specializzata? In realtà non necessariamente di più: la complessità della materia forse in alcuni casi può incidere parzialmente sul preventivo legale. Ma siete sicuri che è qualcosa su cui volete risparmiare?

Interruzione dei servizi informatici del settore civile per l’installazione di aggiornamenti urgenti – Dicembre 2017

Pubblicato Martedì, 12 Dicembre 2017 da Diritto Pratico    Categoria: News    Visite: 1095
Voti ricevuti:  / 0

12/12/17

Il Portale dei Servizi Telematici comunica che, al fine di consentire l’installazione di urgenti e improcrastinabili modifiche correttive sui sistemi informativi della giustizia civile si procederà alla interruzione degli stessi con le seguenti modalità temporali:

per tutti gli uffici giudiziari dei distretti di Corte di Appello dell’intero territorio nazionale compresi i Giudici di Pace dalle ore 13:00 del giorno venerdì 15 dicembre e sino, presumibilmente, alle ore 08:00 del giorno lunedì 18 dicembre c.a.

Si precisa che, durante l’esecuzione delle attività di manutenzione, rimarranno attivi i servizi di posta elettronica certificata e sarà, quindi, possibile il deposito telematico da parte degli avvocati, dei professionisti e degli altri soggetti abilitati esterni anche se i messaggi relativi agli esiti dei controlli automatici potrebbero pervenire solo al riavvio definitivo dei singoli distretti. Durante le summenzionate interruzioni programmate non sarà pertanto possibile consultare i fascicoli degli uffici dei distretti coinvolti dal fermo dei sistemi.

Si avvisa che, durante il periodo di sospensione dei sistemi, non sono disponibili i registri di cancelleria, procedere alle consultazioni e scaricare i fascicoli da parte di tutti gli utenti interni (magistrati e personale di cancelleria).

Leggi l'articolo originale Interruzione dei servizi informatici del settore civile per l’installazione di aggiornamenti urgenti – Dicembre 2017

Leggi tutto e commenta...


Sostieni SLpct!

un piccolo contributo per un grande redattore

Quanto vuoi donare?

All'applicazione del Regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali mancano ancora: 3 giorni

Ultimi articoli creati dagli utenti:

I 5 articoli più letti:

Argomenti caldi sul Forum...