Directory dei Professionisti Italiani sul Web
diritto pratico
feed-image Il Blog "aperto" scritto dai suoi lettori...

Libertà individuali: quando abbiamo capito che sono fondamentali?

Pubblicato Domenica, 09 Agosto 2020 da Marco del Rosso    Categoria: Giustizia Civile    Visite: 15
Voti ricevuti:  / 0

Molto spesso la libertà è sottovalutata e non apprezzata come si dovrebbe. Basti pensare a quanti pomeriggi potremmo dedicare a quello che ci piace fare e invece li sprechiamo. O ancora ai viaggi last minute che alle volte prenotiamo senza nemmeno pensarci due volte: parliamo con il nostro compagno o con la nostra migliore amica, controlliamo voli e hotel, prenotiamo e dopo pochi giorni siamo in aeroporto alla volta di una nuova avventura. Il viaggio ci permette di cogliere in pieno il senso (lato)della parola libertà: in quanto cittadini europei, possiamo spostarci (quasi) liberamente dall’oggi al domani senza doverci preoccupare più di tanto. Ci basta la voglia di viaggiare e di scoprire, una macchina fotografica o lo smartphone, una carta d’identità o il passaporto e un gruzzoletto adeguato a muoverci e a sostentarci! Se ci allontaniamo dall’idea del viaggio e ritorniamo velocemente alla quotidianità, quanto spesso diamo per scontata la possibilità di muoverci liberamente, di essere noi stessi, di esprimere la nostra opinione? Molte volte, proprio perché fanno parte dei diritti e delle libertà fondamentali sanciti dalla Costituzione e dal diritto pubblico ai quali siamo, fortunatamente, abituati. Prima dell’emergenza da Covid-19 i più non parlavano di libertà individuali: il dibattito si è acceso in ogni fascia della popolazione nel momento in cui sono state messe a punto delle misure di emergenza per contenere il rischio epidemiologico. A quel punto tutti hanno iniziato a interessarsi al diritto pubblico e hanno rispolverato i libri universitari o consultato in particolare il manuale di diritto pubblico!

Perché durante l’emergenza Coronavirus si è parlato di libertà fondamentali venute meno?

Leggi tutto e commenta...

Ruolo Telematico: un’idea per velocizzare la trattazione telematica delle udienze civili

Pubblicato Venerdì, 20 Marzo 2020 da Claudio De Stasio    Categoria: Processo telematico    Visite: 2509
Voti ricevuti:  / 11

videoconf

La Direzione per i Sistemi Informativi del Ministero della Giustizia (DGSIA) ha da tempo pubblicato il provvedimento attuativo del D.L. n. 18/2020 disciplinante lo svolgimento dei processi civili e penali durante l’emergenza coronavirus.

Riguardo alle udienze civili l’art. 2 prevede che possano svolgersi “… mediante collegamenti da remoto organizzati dal giudice utilizzando i seguenti programmi attualmente a disposizione dell’Amministrazione e di cui alle note già trasmesse agli Uffici Giudiziari (prot. DGSIA nn. 7359.U del 27 febbraio 2020 e 8661.U del 9 marzo 2020): Skype for Business; Teams”.

Secondo il protocollo unico CSM-CNF e sulla base delle linee guida a cura del Gruppo di Lavoro della FIIF, l'Avvocato riceverà una comunicazione dalla cancelleria contenente il link per la connessione alla stanza virtuale del Giudice (piattaforma Microsoft Teams) da "aprire" il giorno dell'udienza all'orario prestabilito. Avrà anche cura di depositare nel fascicolo informatico una nota contenente l'indirizzo email e un recapito telefonico del difensore della parte assistita da contattare in caso di problemi tecnici.

E’ evidente come da un punto di vista oragnizzativo la procedura non sia così immediata e forse addirittura impraticabile nell'ipotesi (per la verità al momento non prevista) che il ruolo di udienza contempli la trattazione di numerosi procedimenti: per “funzionare” è indispensabile che tutti, giudici e avvocati, siano adeguatamente formati sull’uso della piattaforma e, fatto di non secondaria importanza, che l’orario indicato per la trattazione sia rispettato con la massima puntualità. Se un avvocato tarda ad aprire la mail e non si collega all’orario fissato? Se la webapp non si avvia?

Leggi tutto e commenta...

Ruolo Telematico: un’idea per velocizzare la trattazione telematica delle udienze civili - 5.0 out of 5 based on 11 votes

Pagamenti Telematici - Ripristino del servizio

Pubblicato Venerdì, 27 Dicembre 2019 da Diritto Pratico    Categoria: News    Visite: 828
Voti ricevuti:  / 0

27/12/19

Il Portale dei Servizi Telematici comunica che il servizio dei Pagamenti Telematici è stato ripristinato.

Leggi l'articolo originale Pagamenti Telematici - Ripristino del servizio

Leggi tutto e commenta...

Processo telematico - Aggiornamento Specifiche tecniche deposito atti – ERRATA CORRIGE

Pubblicato Martedì, 10 Dicembre 2019 da Diritto Pratico    Categoria: News    Visite: 799
Voti ricevuti:  / 1

10/12/19

Con riferimento alla news del 15/11/2019, vengono nuovamente pubblicati gli schemi XSD del Processo Civile Telematico. Si precisa che gli schemi XSD validi per la sperimentazione del deposito telematico dei ricorsi presso la Corte Suprema di Cassazione sono quelli pubblicati con la news del 25/09/2019.

Leggi l'articolo originale Processo telematico - Aggiornamento Specifiche tecniche deposito atti – ERRATA CORRIGE

Leggi tutto e commenta...

Processo telematico - Aggiornamento Specifiche tecniche deposito atti – ERRATA CORRIGE - 1.0 out of 5 based on 1 vote

Archivio riservato delle intercettazioni - adozione delle specifiche tecniche per il conferimento

Pubblicato Venerdì, 06 Dicembre 2019 da Diritto Pratico    Categoria: News    Visite: 713
Voti ricevuti:  / 0

06/12/19

E' stato pubblicato nella sezione documenti il Provvedimento del Direttore Generale dei Servizi Informativi Automatizzati di adozione delle Specifiche Tecniche per il conferimento nell'archivio riservato delle intercettazioni di cui all'art. 269 comma 1 c.p.p.

Leggi l'articolo originale Archivio riservato delle intercettazioni - adozione delle specifiche tecniche per il conferimento

Leggi tutto e commenta...


Sostieni SLpct!

un piccolo contributo per un grande redattore

Quanto vuoi donare?

Ultimi articoli creati dagli utenti:

I 5 articoli più letti:

Argomenti caldi sul Forum...