Directory dei Professionisti Italiani sul Web
diritto pratico
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Dichiarazione della banca in un pignoramento presso terzi

Dichiarazione della banca in un pignoramento presso terzi 1 Anno 10 Mesi fa #2433

  • Anonimo
  • Avatar di Anonimo
Buonasera a tutti, mi potreste dare un consiglio? Ho notificato un ppt ad un'istituto bancario molto conosciuto, che peraltro non sapeva nemmeno che la dichiarazione dovesse essere comunicata entro 10 giorni, ma vabbè! Il punto è che l'importo complessivo del pignoramento è stato individuato prendendo il totale del precetto aumentato della metà, ma la banca ha effettuato il pignoramento per il solo importo del precetto, secondo voi perché?
Inoltre ha inserito la richiesta di corresponsione delle spese della dichiarazione a carico del pignorante, ma quali spese che la dichiarazione è stata inviata via pec?
Scusate ma non mi è mai successo innanzitutto che venisse bloccato l'importo del precetto senza l'aumento della metà, tantomeno che venisse richiesta la restituzione delle spese!

Dichiarazione della banca in un pignoramento presso terzi 1 Anno 10 Mesi fa #2438

  • Thor
  • Avatar di Thor
Soluzione più semplice contattare l'ufficio legale della Banca e farsi rettificare la dichiarazione.
In alternativa o in caso la banca non provveda contestare la dichiarazione del terzo rilevando l'errore. Il giudice potrà risolvere la contestazione direttamente con l'ordinanza di assegnazione o fissare una nuova udienza ordinando l'integrazione della dichiarazione.
Quanto alle spese (che ad esempio Poste Italiane chiede sempre e sistematicamente) non mi è mai capitato di vederle liquidare.

Dichiarazione della banca in un pignoramento presso terzi 1 Anno 10 Mesi fa #2439

  • Anonimo
  • Avatar di Anonimo
Grazie della risposta, mi permetto solo di porre una domanda: ha senso che faccia rettificare la dichiarazione anche se la disponibilità sul conto é già inferiore al l'importo del precetto?

Dichiarazione della banca in un pignoramento presso terzi 1 Anno 10 Mesi fa #2440

  • Thor
  • Avatar di Thor
questo però non lo avevi detto :P
In questo caso non ha senso far rettificare la dichiarazione perche il GE non potrà che assegnarti l'intera somma disponibile (salvo che il debitore non si costituisca eccependo che le somme sul conto hanno origine retributiva per far valere i nuovi limiti di pignorabilità) a parziale soddisfo del tuo maggior credito. Fatti comunque liquidare le spese della fase esecutiva perchè queste siano ripetibili.

Dichiarazione della banca in un pignoramento presso terzi 1 Anno 10 Mesi fa #2441

  • Cri2016
  • Avatar di Cri2016
  • OFFLINE
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 10
  • Karma: 0
Sì, suppongo proprio che il debitore si costituirà eccependo il fatto che il saldo deriva dallo stipendio (che in effetti potrebbe essere anche vero)... In quel caso il giudice cosa potrebbe decidere? Nel senso, come faccio a quantificare con precisione la somma pignorabile? Se non sbaglio per le cifre antecedenti al pignoramento è pignorabile fino al triplo dell'assegno sociale, per quelle successive invece non oltre il quinto.
Ma a livello pratico? Es: saldo 1200€, assegno sociale di € 448,07, quindi somma pignorabile € 1344,21 corretto? Però se una parte di quei 1200 è subentrata dopo può essere pignorata solo per il quinto.
A quel punto chiedo l'assegnazione della somma e la liquidazione delle spese dell'esecuzione in modo da inserirle eventualmente nel precetto diretto al pignoramento dello stipendio.

Mi rendo conto che ti sto riempiendo di domande, ma non è un settore di cui mi occupo spesso!
Tempo creazione pagina: 0.110 secondi
Powered by Forum Kunena