Directory dei Professionisti Italiani sul Web
diritto pratico
feed-image Il Blog "aperto" scritto dai suoi lettori...

AgID: Codice appalti pubblicate le regole tecniche aggiuntive per le piattaforme telematiche

Pubblicato Lunedì, 26 Dicembre 2016 da Diritto Pratico    Categoria: News    Visite: 219
Voti ricevuti:  / 0

AgID ha pubblicato le “Regole tecniche aggiuntive per garantire il colloquio e la condivisione dei dati tra i sistemi telematici di acquisto e di negoziazione” (PDF) che definiscono le modalità con cui possono interoperare le piattaforme telematiche di e-procurement e stabiliscono i riferimenti per l’utilizzo di un formato condiviso dei dati...

Leggi l'articolo originale AgID: Codice appalti pubblicate le regole tecniche aggiuntive per le piattaforme telematiche

Leggi tutto e commenta...

GLI EVENTI DI MANCATA CONSEGNA DEI MESSAGGI DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA E LA NOTIFICA IN CANCELLERIA AI SENSI DELL’ART 16 DL 179/2012 COMMENTO A CASS 25968/2016

Pubblicato Mercoledì, 21 Dicembre 2016 da Diritto Pratico    Categoria: Processo telematico    Visite: 784
Voti ricevuti:  / 0

L'interessante tema della mancata consegna delle comunicazioni e notificazioni di cancelleria, ai sensi dell'art. 16 DL 179/2012, già oggetto di approfondimento in un mio intervento dello scorso 18 Maggio 2016 presso la Scuola Superiore della Magistratura, è stato trattato nei giorni scorsi in un'ordinanza della Corte di Cassazione (Civile Ord. Sez. 6 n. 25968 del 15.12.2016)  che prende in esame un caso nel quale la notifica telematica di cancelleria non era andata a buon fine per esser stata restituita un'attestazione di mancata consegna con causale «la casella dell'utente destinatario non è in grado di accettare il messaggio».

Continua a leggere sul sito del CSPT GLI EVENTI DI MANCATA CONSEGNA DEI MESSAGGI DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA E LA NOTIFICA IN CANCELLERIA AI SENSI DELL’ART 16 DL 179/2012 COMMENTO A CASS 25968/2016

Leggi tutto e commenta...

Agenzia delle Entrate: Risoluzione n 116 del 21 dicembre 2016

Pubblicato Mercoledì, 21 Dicembre 2016 da Diritto Pratico    Categoria: News    Visite: 632
Voti ricevuti:  / 1

Consulenza giuridica. (Distributori automatici di biglietti di trasporto e titoli di sosta – invio telematico dei corrispettivi - Art. 2 comma 2 del D.Lgs. n. 127 del 2015)

Fonte: Agenzia delle Entrate: Risoluzione n 116 del 21 dicembre 2016

Leggi tutto e commenta...

Agenzia delle Entrate: Risoluzione n 116 del 21 dicembre 2016 - 5.0 out of 5 based on 1 vote

FatturaPA: Chiusura di SdI chiarimenti

Pubblicato Mercoledì, 21 Dicembre 2016 da Diritto Pratico    Categoria: News    Visite: 611
Voti ricevuti:  / 1

Per consentire il passaggio al nuovo formato FatturaPA 1.2, il Sistema di Interscambio non sarà disponibile dalle ore 22:00 del 31 dicembre 2016 alle ore 08:00 del 09 gennaio 2017. Pertanto tentativi di trasmissione di file fattura e file notifica effettuati nel periodo indicato non andranno a buon fine. Entro il giorno 3 gennaio 2017, il Sistema di Interscambio completerà l’elaborazione e la trasmissione dei file (fattura e notifica) ricevuti nel vecchio formato entro le ore 22:00 del 31 dicembre 2016. Il numero di giorni previsto per il calcolo della decorrenza termini è già stato incrementato (+8), in modo che i giorni di chiusura del sistema non riducano il consueto periodo di 15 giorni che i soggetti destinatari dei file fattura hanno a disposizione per la comunicazione dell’esito dei file ricevuti. Dal 9 gennaio, i giorni per il calcolo della decorrenza termini torneranno al loro valore standard (15 giorni). Per quanto riguarda infine la gestione delle ‘mancate consegne’, durante il periodo di chiusura il Sistema di Interscambio non interromperà i tentativi di invio verso il destinatario. Se non riuscirà nella consegna entro i 10 giorni previsti dal processo, provvederà ad inoltrare al trasmittente 'attestazione di avvenuta trasmissione con impossibilità di recapito'.

Fonte fatturapa.gov.it: FatturaPA: Chiusura di SdI chiarimenti

FatturaPA: Chiusura di SdI chiarimenti - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Il Quotidiano della P.A.: Locazione niente canone senza registrazione del contratto

Pubblicato Giovedì, 15 Dicembre 2016 da Diritto Pratico    Categoria: News    Visite: 403
Voti ricevuti:  / 0

I principi sanciti dalla Terza Sezione Civile della Suprema Corte nella sentenza pubblicata il 13.12.2016.

L'art. 1, comma 346, della I. 30.12.2004 n. 311, stabilisce che "i contratti di locazione (...) sono nulli se, ricorrendone i presupposti, non sono registrati". La chiara lettera della legge non consente alcun dubbio sul precetto che esprime: ovvero che un contratto di locazione non registrato è giuridicamente nullo. 

Sulla base di tale premessa la Corte di Cassazione, Sezione Terza, con la sentenza pubblicata il 13 dicembre 2016 ha annullato la sentenza emessa dalla Corte di appello che da un lato aveva ritenuto valido, ma inefficace un contratto non registrato e dall'altro, che tale inefficacia del contratto non esimeva l'occupante dall'obbligo di pagamento del canone pattuito "come corrispettivo della detenzione intrinsecamente irripetibile".

Ad avviso della Suprema Corte dal mancato rilievo della nullità del contratto sono scaturiti altri due errori di diritto commessi dalla sentenza impugnata, ovvero: (a) l'avere ritenuto applicabile al caso di specie l'art. 1458 c.c., norma che disciplina la risoluzione per inadempimento dei contratti di durata, e non gli effetti della nullità, i quali sono invece disciplinati dalle norme sull'indebito oggettivo, da quelle sul risarcimento del danno aquiliano (nel caso di sussistenza degli altri presupposti dell'illecito extracontrattuale), ovvero da quelle sull'ingiustificato arricchimento, come misura residuale; (b) l'avere equiparato l'obbligo di pagare il canone, scaturente dal contratto e determinato dalle parti, con l'óbbligo di indennizzare il proprietario per la perduta disponibilità dell'immobile, scaturente dalla legge e pari all'impoverimento subito.

La sentenza impugnata é stata dunque cassata con rinvio alla Corte d'appello in diversa composizione, la quale nel riesaminare la vicenda si atterrà ai seguenti princìpi di diritto:1. il contratto di locazione non registrato è nullo ai sensi dell'art. 1, comma 346, della I. 30.12.2004 n. 311; 2. la prestazione compiuta in esecuzione di un contratto nullo costituisce un indebito oggettivo, regolato dall'art. 2033 c.c., e non dall'art. 1458 c.c.; l'eventuale irripetibilità di quella prestazione potrà attribuire al solvens, ricorrendone i presupposti, il diritto al risarcimento del danno ex art. 2043 c.c., od al pagamento dell'ingiustificato arricchimento ex art. 2041 c.c.

Fonte: Corte di Cassazione

Enrico Michetti

 

Leggi l'articolo originale Il Quotidiano della P.A.: Locazione niente canone senza registrazione del contratto


Sostieni SLpct!

un piccolo contributo per un grande redattore

Quanto vuoi donare?

Al processo amministrativo telematico mancano ancora:

Ultimi articoli creati dagli utenti:

I 5 articoli più letti:

Argomenti caldi sul Forum...