Directory dei Professionisti Italiani sul Web
diritto pratico
feed-image Il Blog "aperto" scritto dai suoi lettori...

Trasmissione a mezzo PEC dell’istanza di mediazione

Pubblicato Domenica, 02 Luglio 2017 da Diritto Pratico    Categoria: Processo telematico    Visite: 89
Voti ricevuti:  / 0

Sono opponente in un giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo avente ad oggetto una materia assoggettata obbligatoriamente a mediazione. Il Giudice dopo aver sciolto la riserva sull’istanza di p.e. del d.i.o. ha assegnato il termine di rito (15 giorni) per la presentazione dell’istanza di mediazione. A pena di improcedibilità dell’opposizione è mio onere attivare il procedimento di mediazione. Si tratta di un Tribunale abbastanza lontano ed inoltre la mia cliente è una società e ci vorrà qualche giorno per acquisire la relativa procura. Ci sarebbe qualche difficoltà e bisogna essere estremamente celeri per la presentazione cartacea dell’istanza, tenuto conto che occorre rimetterla per posta al collega domiciliatario e sperando che non ci siano degli imprevisti. Ho verificato che l’Organismo di mediazione è istituito presso l’Ordine degli Avvocati di tale Tribunale. Ho acquisito il relativo Regolamento che nulla prevede in merito alle modalità di presentazione dell’istanza a mezzo p.e.c.. Ho contattato telefonicamente la Segreteria del medesimo Organismo per acquisire informazioni. Mi hanno detto che è possibile rimettere l’istanza di mediazione anche a mezzo p.e.c. e che la stessa viene acquisita al protocollo entro il giorno successivo con immediato loro messaggio p.e.c. con numero di protocollo e data di acquisizione allo stesso. La L. 28/2010 nulla prevede al riguardo. Trattandosi di una pratica di un certa rilevanza economica, desidererei essere tranquillo e non espormi ad eventuali eccezioni.

A Tuo avviso – in una situazione siffatta (omessa previsione della normativa di rango primario e di quella regolamentare) – : 1.     la trasmissione a mezzo p.e.c., sulla scorta della normativa del settore digitale-informatico (C.A.D. ecc.), è comunque ammissibile? 2.     è opportuno che l’istanza venga inviata con due files, di cui uno firmato digitalmente?

E’ certamente possibile l’invio della PEC a norma dell’art. 48 del CAD. Cordiali saluti,

Servizio HelpCSPT

L'articolo Trasmissione a mezzo PEC dell’istanza di mediazione proviene da Centro Studi Processo Telematico.

Continua a leggere sul sito del CSPT Trasmissione a mezzo PEC dell’istanza di mediazione

Leggi tutto e commenta...

Iscrizione a ruolo e buste multiple

Pubblicato Giovedì, 29 Giugno 2017 da Diritto Pratico    Categoria: Processo telematico    Visite: 137
Voti ricevuti:  / 0

Devo iscrivere a ruolo un appello notificato a mezzo p.e.c..  Saranno necessari più invii telematici [forse 5 o 6].  Il termine è quello del 30 c.m., venerdì.  Per gli atti endoprocessuali nulla quaestio, in quanto, in caso di invii telematici multipli per il deposito di un atto con gli allegati, gli stessi possono effettuarsi consecutivamente, senza la preventiva accettazione della Cancelleria, ed è sufficiente che la ricevuta di consegna dell’ultimo invio venga generata prima delle ore 24.00 dell’ultimo giorno di scadenza.  Mentre, per gli atti di appello, come nel mio caso, atti introduttivi, costituzioni in giudizio, nell’ipotesi di necessità di invii telematici multipli, il termine è rispettato con la generazione della ricevuta di consegna del primo invio oppure è necessario attivarsi presso la Cancelleria e sollecitare l’accettazione al fine di procedere agli altri invii affinché l’ultimo sia trasmesso con acquisizione della ricevuta di consegna entro le ore 24.00 del giorno di scadenza?  In quest’ultima eventualità ricordo di aver letto che i successivi invii devono eseguirsi entro le ore 24.00 del giorno dell’accettazione anche se non è quello di scadenza oppure nelle 24 ore successive all’ora di accettazione (non ricordo bene ora); è così? 

Nel caso di atti introduttivi, per l’invio di documenti successivi dovrai attendere che vada a buon fine il primo deposito e venga assegnato l’RG della procedura. Per essere nei termini, entro le 24 del giorno di scadenza devi ricevere la ricevuta di consegna. In ogni caso, il deposito dei documenti in appello soggiace alle medesime regole del cartaceo. Cordiali saluti,

Servizio help CSPT

Vi ringrazio del riscontro.

Perdonatemi per questa appendice, ma non ho bene inteso le risposte ai due quesiti (oppure non li ho formulati chiaramente), ossia:

1.     nel caso di atti introduttivi (nell’ipotesi che mi riguarda: atto di appello) e di costituzioni in giudizio (di convenuti o resistenti), qualora siano necessari più invii, la ricevuta di consegna del primo invio-deposito acquisita entro le ore 24 del giorno di scadenza comporta il rispetto del relativo termine oppure è necessaria l’accettazione della Cancelleria e l’osservanza del termine stesso si ha soltanto con la ricevuta di consegna dell’ultimo invio-deposito?

2.     nell’eventualità da ultimo prospettata i successivi invii devono eseguirsi entro le ore 24.00 del giorno dell’accettazione anche se non è quello di scadenza oppure nelle 24 ore successive all’ora di accettazione o in ultima analisi non vi è alcun termine da osservare?

In riferimento al punto n. 1 L’art. 16 bis, comma 7, d.l. 179/2012, convertito con modificazioni dalla l. 221/2012, stabilisce che “il deposito con modalità telematiche si ha per avvenuto al momento in cui viene generata la ricevuta di avvenuta consegna da parte del gestore di posta elettronica certificata del ministero della giustizia. Il deposito è tempestivamente eseguito quando la ricevuta di avvenuta consegna è generata entro la fine del giorno di scadenza e si applicano le disposizioni di cui all’articolo 155, quarto e quinto comma, del codice di procedura civile”. Nonostante alcune interpretazioni della giurisprudenza di merito che parlano di “fattispecie a formazione progressiva” (talune legando all’accettazione del cancelliere, altre all’esito dei controlli automatici) la Cassazione, nella sentenza n. 9772/2016, pur trattando altra fattispecie, ha ritenuto che è la ricevuta di consegna ad integrare il principio di raggiungimento dello scopo del contatto fra la parte e l’ufficio giudiziario.

In riferimento al punto n. 2 i termini sono rispettati quando la ricevuta di consegna dell’ultima busta è generata entro le ore 24 del giorno di scadenza del termine (quindi puoi depositare anche prima della scadenza, basta che l’ultima busta con la quale depositi documenti soggetti a termine sia depositata – e quindi viene generata la relativa ricevuta di consegna – entro le ore 24 del giorno di scadenza). Nel caso dell’appello, se ritieni ci siano documenti che vadano depositati entro il termine della costituzione, devi fare il primo deposito prima della scadenza dei termini in modo da ottenere in tempo il numero di RG necessario per i successivi invii.

Cordiali saluti,

Servizio HelpCSPT

L'articolo Iscrizione a ruolo e buste multiple proviene da Centro Studi Processo Telematico.

Continua a leggere sul sito del CSPT Iscrizione a ruolo e buste multiple

Leggi tutto e commenta...

Pubblicazione delle Specifiche tecniche relative al Portale delle vendite pubbliche ed alle vendite telematiche

Pubblicato Mercoledì, 28 Giugno 2017 da Diritto Pratico    Categoria: News    Visite: 1080
Voti ricevuti:  / 0

28/06/17

Il Portale dei Servizi Telematici informa che, in previsione delle prossima attivazione del Portale delle vendite pubbliche ed al fine di consentire a tutti i soggetti coinvolti l’adozione delle necessarie misure organizzative e l’adeguamento delle infrastrutture telematiche, sono stati pubblicati (esclusivamente sul portale dei servizi telematici – http://pst.giustizia.it) i seguenti provvedimenti del Responsabile per i sistemi informativi automatizzati del Ministero della giustizia:

Specifiche tecniche relative alle modalità di pubblicazione sul portale delle vendite pubbliche previste dall’art.161-quater delle disposizioni di attuazione del codice di procedure civile introdotto dal D.L. 27 giugno 2015, n. 83, convertito con modificazioni dalla L. 6 agosto 2015, n. 132 contenenti, altresì, il provvedimento concernente le informazioni minime relative ai dati da pubblicare nei siti internet destinati all'inserimento degli avvisi di vendita di cui all'articolo 490 del codice di procedura civile previsto dall’art.7, comma 3, del Decreto del Ministro della giustizia 31 ottobre 2006 e le specifiche tecniche relative alle modalità per la verifica del regolare funzionamento dei siti internet destinati all'inserimento degli avvisi di vendita di cui all'articolo 490 del codice di procedura civile, previste dall’art.7, comma 4, del Decreto del Ministro della giustizia 31 ottobre 2006; tali specifiche sono disponibili al link Specifiche tecniche previste dall’art. 26 del Decreto del Ministro della giustizia 26 febbraio 2015, N. 32 relative alle vendite telematiche e contenente, altresì, l’indicazione dei requisiti tecnici per il gestore della posta elettronica certificata per la vendita telematica; tali specifiche sono disponibili al link

Si ricorda che, in base a quanto disposto dall’art.23, comma 2, del D.L. 27 giugno 2015, n. 83, convertito con modificazioni dalla L. 6 agosto 2015, n. 132, le norme relative agli obblighi di pubblicazione sul portale delle vendite pubbliche e quelle ad esse connesse si applicano non prima che siano decorsi trenta giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale delle specifiche tecniche previste dall'articolo 161-quater delle disposizioni per l'attuazione del codice di procedura civile.

Si ricorda, altresì, che in base a quanto previsto dal comma 3-bis dell’art.4 del D.L. 3 maggio 2016, n. 59 convertito con modificazioni dalla L. 30 giugno 2016, n. 119, con decreto del Ministro della giustizia è accertata la piena funzionalità del portale delle vendite pubbliche previsto dall'articolo 161-quater delle disposizioni per l'attuazione del codice di procedura civile e che il portale è operativo a decorrere dalla pubblicazione del decreto nella Gazzetta Ufficiale. Il medesimo decreto stabilisce, altresì, che la richiesta di visita degli immobili di cui all’art. 560, quinto comma, quarto periodo, del codice di procedura civile è formulata esclusivamente mediante il portale delle vendite pubbliche a decorrere dal novantesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del decreto di cui al comma 3-bis e che la disposizione di cui all’art. 569, quarto comma, del codice di procedura civile relativa alle vendite telematiche si applica alle vendite forzate di beni immobili disposte dal giudice dell'esecuzione o dal professionista delegato dopo il novantesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del decreto di cui al comma 3-bis. La pubblicazione dei predetti provvedimenti è prevista non oltre il 30 settembre 2017. Si informa, inoltre, che nella medesima area del portale dei servizi telematici è stato anche pubblicato:

il manuale operativo per l’interoperabilità dei siti internet di pubblicità e dei gestori delle vendite telematiche con il portale delle vendite pubbliche (reperibile al link) il modello di comunicazione del referente tecnico per il censimento dei siti di pubblicità (reperibile al link) il modello di comunicazione del referente tecnico per il censimento dei siti dei gestori delle vendite telematiche (reperibile al link) il modello di domanda per l’accesso al model office del portale delle vendite pubbliche, per i siti di pubblicità è reperibile al link, mentre per i gestori delle vendite è reperibile al link il modello di domanda per l’iscrizione dei gestori delle caselle di posta elettronica certificata per la vendita telematica all’elenco previsto dall’art.13, comma 4 del D.M. 26 febbraio 2015, n.32 (reperibile al link)

Il model office sarà disponibile entro il 20 luglio 2017

Leggi l'articolo originale Pubblicazione delle Specifiche tecniche relative al Portale delle vendite pubbliche ed alle vendite telematiche

Leggi tutto e commenta...

pagoPA - Fermo per intervento di manutenzione sul Nodo dei Pagamenti

Pubblicato Mercoledì, 21 Giugno 2017 da Diritto Pratico    Categoria: News    Visite: 1007
Voti ricevuti:  / 0

21/06/17

Il Portale dei Servizi Telematici comunica che mercoledì 21 Giugno 2017, tra le ore 22.30 e le ore 23.59, l’ambiente di produzione del Nodo dei Pagamenti-SPC subirà un fermo per consentire la realizzazione di un intervento di manutenzione programmata mirato all’aggiornamento delle policy di sicurezza dell’infrastruttura di rete.

Leggi l'articolo originale pagoPA - Fermo per intervento di manutenzione sul Nodo dei Pagamenti

Leggi tutto e commenta...

Interruzione dei servizi informatici del settore civile per l’installazione di modifiche evolutive migliorative e correttive – Giugno 2017

Pubblicato Giovedì, 15 Giugno 2017 da Diritto Pratico    Categoria: News    Visite: 886
Voti ricevuti:  / 0

15/06/17

Il Portale dei Servizi Telematici comunica che, al fine di consentire l’aggiornamento di talune funzionalità dei sistemi, a partire dalle ore 12.00 del 16 giugno 2017, saranno resi indisponibili tutti i servizi informatici del settore civile ed, in particolare:

La consultazione e l’implementazione dei registri di cancelleria; L’aggiornamento (anche da fuori ufficio) della consolle del magistrato; Il deposito telematico di atti e provvedimenti da parte dei magistrati; Tutte le funzionalità del portale dei servizi telematici; Tutte le funzioni di consultazione da parte dei soggetti abilitati esterni; I pagamenti telematici.

Rimarranno attivi i servizi di posta elettronica certificata e sarà, quindi, possibile il deposito telematico da parte degli avvocati, dei professionisti e degli altri soggetti abilitati esterni anche se i messaggi relativi agli esiti dei controlli automatici potrebbero pervenire solo al riavvio definitivo di tutti i sistemi.

Attenzione!!! Il riavvio dei sistemi è previsto a partire dalle ore 24.00 del 17 giugno 2017 e sino, al massimo, alle ore 8.00 del 19 giugno.

Leggi l'articolo originale Interruzione dei servizi informatici del settore civile per l’installazione di modifiche evolutive migliorative e correttive – Giugno 2017

Leggi tutto e commenta...


Sostieni SLpct!

un piccolo contributo per un grande redattore

Quanto vuoi donare?

Ultimi articoli creati dagli utenti:

I 5 articoli più letti:

Argomenti caldi sul Forum...