Directory dei Professionisti Italiani sul Web
diritto pratico

La fattura elettronica e sua conservazione: il contributo dell'Avvocato Fabio Salomone

Pubblicato Sabato, 06 Dicembre 2014 da Claudio De Stasio    Categoria: Professione avvocato    Visite: 8016
Voti ricevuti:  / 13
Poco interessante Molto interessante  

Cos'è la fattura elettronica? E la 'FatturaPA' in particolare? Sezionale unico o separato? Come si conserva la fattura elettronica? E soprattutto: è ipotizzabile una conservazione 'domestica' di questi documenti?

A queste ed altre domande risponde l'Avvocato Fabio Salomone con uno studio intitolato 'La fattura elettronica e sua conservazione' portando un po' di luce in un settore spesso ritenuto a torto (o ad arte...) fin troppo oscuro.

Quando lo scorso settembre prese vita il 'progetto' FatturaPA avvocati, mai avrei pensato che a distanza di soli 3 mesi sarebbero stati generati, con questo semplice strumento, oltre 11.700 documenti fra fatture e note di credito. E in questo stesso periodo, potendomi confrontare con tantissimi Colleghi, ho anche appreso che la maggior parte di noi non cerca e non vuole affidarsi ad un servizio in outsourcing per la generazione e successiva conservazione 'a norma' delle fatture. Chi ritiene una soluzione simile troppo onerosa, chi trova ingiusto sostenere costi per adempiere un'obbligo di legge, chi non ci pensa proprio ad affidare le proprie fatture ad un soggetto esterno diverso dal proprio commercialista...

Attenzione, la conservazione elettronica e la conservazione sostitutiva in particolare sono cose serie ma, nel contingente, occorre essere obiettivi e realisti: per quanto di interesse all'avvocato 'comune', con la necessità di conservare poche fatturePA all'anno (talvolta meno di 10), siamo sicuri che la soluzione in outsourcing 'tutto compreso' sia la preferibile? Costi a parte, chi ci garantisce che il conservatore esterno abbia adottato effettivamente un processo di conservazione conforme alla normativa tecnica di riferimento? Dobbiamo 'andare a fiducia' non potendo sapere, prima di sottoscrivere il contratto, come effettivamente si articoli e sviluppi il processo di conservazione seguito? E se in futuro volessimo cambiare conservatore? E se il nostro conservatore fallisse?

Richiamando le conclusioni dell'Avvocato Fabio Salomone e vari spunti dal forum: perchè non possiamo essere 'noi' i conservatori di noi stessi? Perchè non esiste (ancora) un software che semplicemente ci consenta, a fine anno, di 'mettere in conservazione' le nostre poche fatture elettroniche su spazi di archiviazione locali e vivere tranquilli? E perchè questo software non può essere opensource e magari gratuito??

Allegati:
Accedi a questo URL (La-fattura-elettronica-e-sua-conservazione.pdf)La-fattura-elettronica-e-sua-conservazione.pdf264 kB824 Downloads11:08 06 Dicembre 2014
Inviato: 2 Anni 7 Mesi fa da Anonimo #840
Avatar di Anonimo
Continuo a non capire, se devo conservare poche fatture all'anno, perché non sia sufficiente aggiungere la marca temporale alla fattura firmata digitalmente. Non rispondetemi perché lo dice la legge, questo ho capito, ma se una legge è fatta male andrà pure interpretata. È come se conservassi ogni singola fattura invece di riunirle in lotti o farne pacchetti. Visto il costo della marca temporale ne dovrei fare almeno 200 perché diventi conveniente conservare un lotto invece di ogni singola fattura. Sembra che nel nostro paese ci sia una insana propensione a rendere complicate le cose semplici.
Inviato: 2 Anni 7 Mesi fa da Claudio #855
Avatar di Claudio
Alla fine potresti avere ragione. Di ieri la pubblicazione in GU del DPCM 13 novembre 2014.
Interessante l'art. 3.
Studiamoci questo nuovo provvedimento e parliamone...
Inviato: 2 Anni 6 Mesi fa da Anonimo #950
Avatar di Anonimo
Interessante articolo comparso su Il Piccolo: ricerca.gelocal.it/ilpiccolo/archivio/il.../12/11/PR_51_01.html
Condivido in pieno la considerazione dell'autore: il fatto di dovere pagare terzi per poter incassare quanto dovuto lascia a dir poco perplessi.
Inviato: 2 Anni 6 Mesi fa da Federica #968
Avatar di Federica
Sinceramente non riesco a capire la difficoltà, probabilmente ho una visione semplicistica! Dunque, la fattura elettronica e in formato xml, se viene aperta con qualsiasi cosa di informatico si leggono i dati minimi della fattura? Con l'invio non c'è una data certa? Le parti che si scambiano la fattura e si comportano di conseguenza non la ritengono acquita e di conseguenza opponibile? Il banalissimo "trova" o "cerca" anche con il + ....partita iva+numero fattura non effettua la ricerca?" Irregolare tenuta della contabilità", siamo in presenza di regole certe e lo statuto del contribuente è inesistente? Presunzioni? Ci sono due parti:una chiede di pagare e l'altra paga....tutto telematicamente bonifici compresi? Vengono riportate su dei registri, vengono dichiarate, si pagano le tasse....Mi viene in mente una canzone di Elio e le storie tese....sul ramazzare la stanza con una scopa....
Inviato: 2 Anni 6 Mesi fa da Luciano #971
Avatar di Luciano
Assolutamente d'accordo con Federica. Anch'io sono dell'idea che ci stiamo preoccupando del niente. Modalità di conservazione a parte qual'è la sanzione se, in caso di controllo, riesco a fornire ai verificatori tutte le fatture che vogliono, permettergli le ricerche, dimostrare tramite le ricevute PEC che la fattura è esattamente quella inviata e che loro stessi potrebbero ottenere direttamente richiedendola alla PA destinataria piuttosto che a me?
Inviato: 2 Anni 6 Mesi fa da Polemico #974
Avatar di Polemico
Per tanti, fortunatamente non per tutti, la conservazione è stata solo una grossa occasione per far cassa sulla pelle dei piccoli professionisti che ci sono cascati. Le novità spaventano, vi ricordate il DPS, le regole sulla privacy, l'antiriciclaggio. Tutto si dissolverà in una bolla di sapone. La normativa tecnica riguarda la pubblica amministrazione, non a caso è collegata al CAD, e le grandi imprese. Per il piccolo professionista è soltanto una truffa sulla quale lo Stato ha fino ad oggi chiuso tutti e due gli occhi. Speriamo che adesso li apra e spieghi quello che ha correttamente osservato Federica. Chi ci ha mangiato buon per lui ma adesso basta. E poi non mi fido di chi vuole conservarmi le fatture senza certificarmi prima come lo fa. Sono io il contribuente, sono io che rispondo se la mia contabilità non è in ordine o è conservata male. Se il conservatore non è affidabile intanto subisco io la verifica. Poi cosa faccio, una causa per danni? Nel frattempo intanto il mio buon conservatore ha chiuso bottega.
Inviato: 2 Anni 6 Mesi fa da Thor #978
Avatar di Thor
Un altro interessante articolo a firma dell'Avvocato Nicolino Zaffina, Consigliere di Cassa Forense, è stato pubblicato sul numero 3 settembre-dicembre 2014 di "La previdenza forense". Anche il Consigliere Zaffina si chiede se quella degli intermediari sia la via da seguire. Sicuramente è la più comoda ma "siamo davvero sicuri che tra dieci anni saremo in grado di reperire le nostre fatture? E se una ICT delegata alla cosnervazione sostitutiva dovesse fallire?". Prosegue l'autore: "per la conservazione, in attesa di ulteriori specifiche ministeriali, sarà sufficiente salvare sul proprio pc (per maggior prudenza anche su una chiavetta USB) il file xml recante la fattura elettronica, il file xml firmato digitalmente e la ricevuta di consegna alla PA destinataria. in ogni caso può farsi una stampa della fattura e della ricevuta di consegna in formato PDF. Chi ha mai prestato tanta attenzione a non disperdere una fattura cartacea?". E su questo ultimo punto come non essere d'accordo?
Inviato: 2 Anni 6 Mesi fa da Claudio #981
Avatar di Claudio
Il linea di principio sono d'accordo con voi, il problema è che abbiamo a che fare con l'Agenzia delle Entrate quindi meglio essere prudenti e scrupolosi nell'intepretare la normativa.
Come dicevo in altro post il problema è che il DMEF 17.6.2014 fa esplicito riferimento a "concetti" quali il "responsabile della conservazione", il "manuale di conservazione" (art. 2 comma 2), il "pacchetto di archiviazione" (art. 3 comma 2) le cui definizioni sono contenute nell'allegato 1 del DPCM 3.12.2013 (e oggi anche del DPCM 13.11.2014).
Sarebbe opportuna una rivisitazione del DMEF 17 giugno 2014 alla luce del DPCM 13.11.2014 che, all'art. 3, parla del "versamento in un sistema di conservazione" solo come uno dei modi possibili per la corretta conservazione del documento informatico (quale è la nostra fattura elettronica).
Ancora un po' di tempo lo abbiamo per sperare in un chiarimento.
Inviato: 2 Anni 6 Mesi fa da Federica #1034
Avatar di Federica
Un funzionario dell'Agenzia delle Entrate...un giorno mi disse: "Noi siamo l'Agenzia delle Entrate! Il principio di fondo è: se i soldi sono dovuti devono entrare."Io emetto una fattura, la incasso, pago le tasse. Se l'agenzia controllasse analiticamente la mia contabilità non penso cerchi fatture elettroniche conservate "male" soprattutto se le presunzioni, proprio su quelle fatture, sono evidentemente impossibili visto il numero degli intermediari autorevoli già coinvolti (SDI, banche). Il chiarimento è auspicabile per evitare speculazioni che non è opportuno avallare. Non riesco a trovare sanzioni specifiche sulla questione.
Inviato: 2 Anni 3 Mesi fa da Nicola #1342
Avatar di Nicola
Ma quindi ricapitolando possiamo fare tutto da noi risparmiando oppure c è qualche passaggio che ci forza ad appoggiarci a terzi tipo DocFly di Aruba che offre il primo anno gratuito e poi sono 30€ ??

Mi sembra di aver capito che la conservazione delle fatture non possiamo farla da noi sbaglio ??

potete spiegare con chiarezza ???

Grazie a tutti
Inviato: 2 Anni 3 Mesi fa da Sandus #1343
Avatar di Sandus
Provato questo per la conservazione? www.acca.it/software-fatturazione-elettronica
Inviato: 2 Anni 2 Mesi fa da Mario Macaluso #1344
Avatar di Mario Macaluso
Io le ho fatte tramite http://fatturapapertutti.it.
Per 3 fatture compresa la conservazione ho speso 10 euro.
Inviato: 1 Anno 2 Settimane fa da Anonimo #2685
Avatar di Anonimo
Il nuovo CAD in via di approvazione ha tolto l'obbligo di conservazione delle fatturePA. Ha avuto ragione chi ha avuto la pazienza di aspettare.
Inviato: 10 Mesi 1 Settimana fa da Anonimo #2729
Avatar di Anonimo
Allora la conservazione con il pacchetto di archiviazione è stata abolita?
Inviato: 10 Mesi 1 Settimana fa da Anonimo #2730
Avatar di Anonimo
Anonimo ha scritto:
Il nuovo CAD in via di approvazione ha tolto l'obbligo di conservazione delle fatturePA. Ha avuto ragione chi ha avuto la pazienza di aspettare.
Il nuovo CAD all'art.37 recita così:
ART.37
(Modifiche all'articolo 43 del decreto legislativo n. 82 del 2005)
1.All'articolo 43 del decreto legislativo n. 82 del 2005, dopo il comma 1 è inserito il seguente: "1-bis. Se il documento informatico è conservato per legge da una pubblica amministrazione, cessa l'obbligo di conservazione a carico dei cittadini e delle imprese che possono in ogni momento richiedere accesso ai sensi delle regole tecniche di cui all'articolo 71.".

Questo significa che non è più necessario il pacchetto di archiviazione?

Discuti questo articolo

Vuoi ricevere un avviso quando qualcuno replicherà al tuo post?
In tal caso registrati altrimenti torna periodicamente su questa pagina!

La fattura elettronica e sua conservazione: il contributo dell'Avvocato Fabio Salomone - 5.0 out of 5 based on 13 votes

Sostieni SLpct!

un piccolo contributo per un grande redattore

Quanto vuoi donare?

Ultimi articoli creati dagli utenti:

I 5 articoli più letti:

Argomenti caldi sul Forum...